Home » commenti della settimana, Senza categoria » Come recuperare le minusvalenze

Come recuperare le minusvalenze

Le minusvalenze maturate nell’anno 2008 si possono compensare fino al 31 dicembre 2012 e poi non saranno ulteriormente recuperabili, cosa alquanto seccante, visto che Piazza Affari ha lasciato sul terreno un buon 10% dall’aprile scorso, il mercato azionario è sotterrato e la tassazione sul capital gain è passata dal 12,50% al 20% ( tranne che sui titoli di Stato, per i quali vale la vecchia aliquota).

Le plusvalenze derivanti dalla negoziazione di azioni rientrano nei “redditi diversi” e sono pertanto compensabili con minusvalenze di ugual natura, derivanti dalla negoziazione di azioni, future, opzioni , certificati ed etf (questi ultimi solo per la parte che eccede il DeltaNav).

I redditi diversi non sono compensabili coi redditi da capitali, che sono costituiti da cedole, interessi maturati, dividendi azionari e le plusvalenze o minusvalenze derivanti da sicav e fondi comuni.

Mentre prima si poteva recuperare tutta la minus, con la normativa attuale si può compensare solo il 62,5%, col riproporzionamenteo di 12,50/20=62,50( per quel che riguarda le minus maturate prima dell’ entrata in vigore della nuova aliquota).

Se le minus stanno per scadere, la prima cosa da fare è vendere i titoli in guadagno e ricomprarli, volendo, il giorno seguente.

In questo modo, oltre a compensare plus e minus, non pagando imposta, si alza anche il prezzo di carico a quello effettivamente pagato il giorno dopo.

Altra cosa possibile da fare è vendere e comprare contemporaneamente la stesso numero di azioni di un unico titolo e chiudere le posizioni nel corso della  giornata successiva: si viene a creare un guadagno e una perdita ed il gain si compensa con le minus che stanno per scadere, mentre il loss genera minusvalenza che verrà utilizzata in periodi successivi.

Ma, attenzione al fatto che non tutte le piattaforme di trading permettono di andare contemporaneamente long e short su un unico titolo e, in questo caso, l’operazione si complica, in quanto bisogna coprirsi con un derivato, ma occorre tener presente lo spread denaro/lettera che è solitamente alto sugli strumenti derivati.

Si può aggirare l’ostacolo operando su titoli correlati fra loro, ad esempio Intesa e Unicredit che, di solito, scendono e salgono in modo simile, ma è bene essere esperti per non avere spiacevoli sorprese.

Se, invece, le minusvalenze non sono in scadenza, chi ha denaro da investire e tempo….”non aspetti tempo” e potrebbe acquistare obbligazioni e strumenti equivalenti sotto la pari e con vita residua rientrante nel periodo in cui è ancora possibile compensare minus e plus.

Se non si porta a scadenza, ma si vuole fare un’operazione più breve, occorre valutare il “prezzo teorico di acquisto” ed il “prezzo teorico di vendita” e comprare sotto il prezzo teorico e vendere sopra e fare “prezzo di scarico fiscale”-”prezzo di carico fiscale”, considerando le commissioni e non il dissaggio e il rateo.

Si recupera bene la minus comprando obbligazioni con cedola nominale bassa e, quindi, quotazione bassa, in cui la maggior parte dell’utile è spalmato sulla differenza del prezzo nel tempo.

Nel prossimo post vorrei valutare gli strumenti più adatti per non perdere la minusvalenza e compensarla con la plusvalenza.

 

Be Sociable, Share!

43 Responses to Come recuperare le minusvalenze

  1. Francesco Salerno

    E’ chiaro quanto basta ma non sufficiente a esplicitare l’impossibilità di recuperare minusvalenze consistenti di Fondi Comuni , come nel mio caso, di 61.000,00 euro. Sarebbe necessario l’acquisto (impossibile per un privato)di milioni -dico milioni di euro- di BTP per compensare si e no il 20-30% della perdita, peraltro ulteriormente decurtata del 37.5%.
    Se questa non è una RAPINA (resa legale da chi l’incamera)ditemi come chiamarla. Che amarissima BEFFA per il risparmiatore!!! Che Dio renda il giusto demerito.

    • Buongiorno,Francesco.
      In questo Paese sembra proprio che si voglia a tutti i costi eliminare l’investimento da parte dei comuni cittadini.
      Non c’è altra spiegazione, visto che il barile è già raschiato da tempo :-(

      • Francesco Salerno

        Ricambio il Buongiorno, anche se ogni giorno è sempre più amaro. L’investimento, privato o meno, è ossigeno per le varie attività rappresentate, per il lavoro nonchè fonte di introiti (se adeguati sul reddito e NON sul capitale!) per lo Stato. L’invenzione che i “redditi di capitali” non possono essere compensati dai “redditi diversi negativi” prodotti dallo stesso genere del capitale è del tutto aberrante: tale copiosa tassa “ad capitale specifico” è sicuramente anicostituzionale. Lamentiamo poi la dislocazione di attività e di risorse e persino la mancanza di investitori stranieri (sic!). Non è più tempo di cervelli all’ammasso!

        • Effettivamente questo prelievo, così come è attualmente, ha ben poco di equo e la mancanza di investitori penalizza il lavoro e il Paese.

          • Francesco Salerno

            Ultima speranza: quali sono le possibilità che le menzionate TRUFFE parlamentari vengano recepite e corrette dallo stesso Parlamento???

  2. salve…
    faccio un esempio pratico… ho in carico 8600 azioni al pmc di 7,10.. oggi le vendo tutte ad un prezzo di 7,18 realizzando cosi una plusvalenza ( notare che ho minusvalenze da compensare in scadenza)ma se in giornata ricompro 5000 azioni della medesima societa’ a 7,185 cosa compenso alla fine??
    grazie mille

  3. Sarebbe meglio comprare il giorno dopo, in modo da avere il nuovo carico effettivamente a 7,185.Gli 8 centesimi ad azione di plusvalenza si compensano con le minus pregresse in scadenza.

  4. Buongiorno.
    volevo porvi una domanda:se io ho un titolo comprato a1 e attualmente è a 1,5 per non pagare il gapital gain è sufficente vendere unaltro titolo in perdita anghe solo 3 minuti prima?

  5. Si, se non si tratta dello stesso titolo.Dipende poi quale è la minus ottenuta e quale è la plus.

  6. Salve,
    vorrei chiederle:

    1) ho in scadenza a fine 2013, 6000 € di minusvalenze del 2009 che potrei compensare vendendo titoli, ma leggevo che si può compensare solo il 62,5%, quindi non basta vendere titoli con un guadagno di pari importo ma diciamo deve essere di quasi il doppio o sbaglio, oppure di quei 6000 del 2009 recupero indistintamente solo il 62,5% indipendentementeanche se maturo 20.000 € ecc… di gain?

    2) Nel caso maturassi per esempio 30.000 € di gain ora, riesco a compensare i 6000 del 2009 e anche magari quelle del 2010 e successivi direttamente?

    Grazie

  7. Buongiorno!Lei recupererà il 62,5 del 2009 e il resto lo recupera delle minus successive.

  8. buongiorno a tutti sono nuovo del sito e non sono molto esperto di come funziona la finanza in merito a mancati guadagni in anbito finanziario comuncue ho’in scadenza a fine anno una minus di 1500 euro la filiale a cui mi appogio mi a’ riferito che in assenza di titoli obligazioni e quant altro in guadagno non posso recuperare niente personalmente mi fa molto male regalare questi soldi allo stato bastardo che abbiamo se qualcuno di voi esperto mi da qualche dritta gliene sarei veramente grato grazie a tutti

  9. Purtroppo ha ragione la filiale.Mi dispiace

  10. Salve, non sono molto esperto di minusvalenza mi potete aiutare, spero di si, ho delle azioni su cui sto guadagnando 1000, quindi se vendo devo pagare 200 euro di capital gai, ma ho anche altre 1000 azioni di un altro titolo dove perdo 2000 euro, se io vendo solo una parte di questo secondo titolo, rimettendoci 200 euro di perdita posso recuperare, le 200 euro di capital che devo pagare sul titolo in guadagno; cmq continuando a mantenere in portafoglio l’altra parte di azioni su cui perdo?????? GRAZIEEEE

  11. GRAZIE
    DELLA RISP

  12. Salve, ho minusvalenze su azioni per 3000€ circa e plusvalenze su Sicav che vorrei cambiare (switch)ma pagherei una imposta di circa 2000€ posso fare qualcosa ?
    grazie

    • Mi scusi, ma non ho capito la domanda.Le Sicav poi sono di vario tipo.Potrebbe chiedere alla società di gestione della Sicav stessa.

  13. chiarisco,sono in regime amministrato: :in un deposito titoli presso una Banca ho realizzato minusvalenze su azioni; in un deposito con Sicav presso altra Banca/Sim sto realizzando plusvalenze su diversi comparti. La domanda è: conviene spostare il deposito titoli presso la saconda Banca? per cercare di compensare minus con plus, dovrò poi andare in regime dichiarativo?
    grazie

  14. Non ho quote Sicav e non conosco la legislazione fiscale in proposito e quindi non so risponderle se dovrà andare in regime dichiarativo o meno. Certo che conviene in genere accentrare minus e plus su un’unico deposito per poter fare la compensazione.Ma questo in generale, visto che bisogna considerare caso per caso e vedere costi e benefici. Faccia il conto con la banca in questione di quanto le costerebbe lo spostamento e in quanti giorni le assicurano che questo avvenga.Chieda tutto nei minimi particolari e poi tragga le sue conclusioni, tenendo sempre a mente che i consigli delle banche non sono disinteressati :-)

  15. Buongiorno a tutti,

    vorrei trovare un testo, possibilmente pratico e abbastanza schematico, per riuscire ad consultare un quadro preciso su come funziona la tassazione ad oggi delle rendite finanziarie quindi che tratti temi di recupero minusvalenze a seconda di risparmi amministrati, gestiti etc etc..
    mi sapete consigliare qualcosa?
    vi ringrazio tutti buona giornata!

    • Buongiorno Uberto.Putroppo non sono a conoscenza di testi pratici schematici e….soprattutto seri :-)
      Non è facile, visto che la legge qui cambia in continuazione.:-(

      • Effettivamente è un po un calvario! se trovassi qualcosa di utile ve lo segnalerò!
        buona giornata a tutti

        • Grazie sincere, Uberto.Ma chiediamoci tutti: chi si mette a scrivere un libro che dopo solo un mese è obsoleto? Lei lo farebbe? io no. Non ci sarbbe editore, oggi in Italia, che ritenesse opportuno e redditizio pubblicare un testo simile.Come vede, non scrivo da molto neppure nel mio blog..ma ricomincerò a farlo.Grazie della visita!

  16. Buongiorno, le faccio i complimenti per la sua competenza , vorrei chiederle un parere.
    Ho trasferito TUTTI i titoli (etf) da un deposito intestato a me su banca1 ad un deposito cointestato sempre su banca1. Gli ETF erano in perdita e sul primo conto si è generata una minusvalenva.
    Il prezzo di carico sul secondo è quello del giorno del trasferimento.
    Attualmente sembra dall’estratto titoli che io sia in attivo, mentre in realtà sono ancora in perdita…
    Purtroppo temo di aver fatto un errore trasferendoli, come posso fare a recuperare quelli minus? Sicuramente cercherò di vendere i prodotti in plus prima che le minus scadano (evvai con le commissioni!!).E se io chiudessi il primo rapporto che succederebbe?

  17. Salve, ho una minusvalenza di 4000 euro realizzata con delle azioni Usa (otc) che non sono piú quotati sulla borsa ; dopo il fallimento nel 2011 la company é sparita. Visto che non ho ricevuto informazioni dalla banca non ho venduto prima…. Comunque: Voi conoscete un iter per poter realizzare questa minusvalenza? Secondo mia banca non é piú possibile se non posso vendere il titolo….. grazie per Vs. supporto…. G.

  18. Buongiorno Giovannie Marco.Per questo tipo di domande il mio consiglio è quello di rivolgervi all’Aduc.Conosco personalmente l’incaricato Giuseppe D’Orta che è persona molto seria e competente ed è il responsabile della tutela del risparmio.

  19. Per recuperare le eventuali minus del 2009 è sufficiente vendere entro il 31/12/13 o è necessario che la valuta dell’operazione sia entro il 31/12/13 ?
    Grazie G.

  20. Molto utile, grazie!

  21. buongiorno, ho 300 euro di minusvalenza, senza pagare imposte
    posso realizzare delle plusvalenze di 300 euro oppure di 1500
    euro? grazie.

    • Può realizzare plus di 300 euro se la minus di 300 si è verificata nel periodo in cui era già in vigore la nuova aliquota, altrimenti paga sulla differenza.Lo stessso vale per 1500, ma in questo caso pagnherebbe sempre la differenza tra 1500 e 300.

  22. Buongiorno,
    vorrei vendere un titolo su cui sto guadagnando e in contemporanea vendere quota parte di un altro su cui ho delle minusvalenze.
    Per ottenere la compensazione devo prima vendere la parte in perdita e dopo l’altra o è sufficiente farlo nella stessa giornata?
    grazie

  23. cosa faccio con quasi 7.000 euro di minus accantonate?

    grazie

  24. Nel 2013 ho venduto privatamente delle azioni non quotate ottenendo una plusvalenza, dal momento che risultano in banca (regime gestito) sul mio conto titoli notevoli minusvalenze a mio carico, posso compensarle con le plus realizzate privatamente?

    • Non penso sia possibile, in quanto la compensazione può avvenire all’interno di un unico deposito titoli relativo al suo conto corrente.All’interno dello stesso rapporto amministrato è possibile effettuare compensazioni tra diversi strumenti finanziari purché generino dei redditi diversi.

  25. buongiorno. mi arrivano dalla banca dei documenti al riguardo delle minusvalenze. chiamo la banca e mi dicono che queste poi vanno a zero o non servono a niente o non sirecuperano. e’ da crederci ??
    spero possiate darmi una risposta,grazie fin da ora Walter.

    • Buongiorno Walter.Non conoscendo la situazione, non posso darle un parere, ma non vorrei fossero minusvalenze scadute.Le consiglio di recarsi presso l’ufficio titoli della banca a chiedere spiegazioni.

  26. buongiorno,

    ho delle minus in portafoglio; se vendo titoli in portafoglio in guadagno e li ricompro immediatamente abbatto le minus?
    c’è una legge che spiega bene il funzionamento di queste leggi?
    Grazie mille
    Saluti

    • Buongiorno Giovanni.
      Abbatte le minus se ricompra gli stessi titoli il giorno dopo, altrimenti i prezzi di acquisto nello stesso giorno fanno media per la procedura delle banche.Non credo esista una legge che spieghi bene e in pratica il funzionamento del capital gain: chieda delucidazioni all’ufficio titoli e si ricordi anche che le minusvalenze scadono. :-)

  27. Questo articolo mi trova decisamanete d’accordo. In generale il sito
    internet http://www.borsanews.it è redattoveramente in modo efficace, mi piace.
    Congratulazioni, continuate così.

    leggi questo articolo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>